Un ettaro di cielo

Un ettaro di cielo è un film del 1958 diretto da Aglauco Casadio.

Trama
Severino Balestra, un ambulante che gira per le varie feste paesane del delta del Po vendendo cianfrusaglie, torna a Migliarino, dove vivono tre anziani che sbarcano il lunario con qualche lavoretto da barbiere, oppure pescando di frodo le anguille.
Lì vive anche Marina, la giovane che ha avuto con lui una relazione l'anno precedente e che adesso lavora nella locanda del paese.
Severino racconta ai tre ingenui vecchi storie inverosimili sulle grandi città e sul progresso. Alla sera, dopo aver tentato inutilmente di passare la notte con Marina nella locanda, Severino si ferma dai tre anziani e qui propone loro un affare: la vendita di pezzi del cielo, che li farà diventare ricchi perché potranno farsi pagare l'affitto dagli aerei che passano da lì.

Ambientazione
La pellicola è ambientata nella zona del Delta del Po e Valli di Comacchio. Per la precisione le scene esterne sono girate sia in Provincia di Ferrara - Lidi di Volano, Goro, Codigoro e Migliarino - che in Provincia di Ravenna, alla foce del fiume Reno.

Il mulino del Po

di Alberto Lattuada

scopri

L'Agnese va a morire

di Giuliano Montaldo

scopri

E.T. l'extra-terrestre

di Steven Spielberg

scopri


Eventi speciali


King Kong

di John Guillermin

scopri

E ridendo l’uccise

di Florestano Vancini

scopri

Oltre la bufera

di Marco Cassini

scopri

Promosso da

        

Patrocinato da