Filosofia

Vedere un film assieme, attorniati dalla propria comunità, seduti nella piazza del proprio paese, con il fresco dell’estate, significa condividere storie ed emozioni, racconti narrati per immagini e pianti e risate sincere.

Solo assieme si può comprendere al meglio un’opera cinematografica.

Un momento di ritrovo magico e privilegiato, dunque, un tempo in cui riflettere, una serata di condivisione emotiva. Perché la condivisione genere ricchezza anche intellettuale, sprona l’immaginazione ed integra la comunità.

Il territorio ferrarese, con picchi nel “basso ferrarese”, è da sempre la porzione di terra dell’intera regione Emilia-Romagna con il più alto tasso di disoccupazione, analfabetismo e dispersione scolastica.

Cosa fare? Quale contributo donare ai propri cittadini? Come poter arginare questi gravi problemi sociali e morali legati al senso della dignità dell’uomo?

Crediamo sia fondamentale portare in più comuni possibili del nostro territorio la bellezza dell’arte cinematografica attraverso la Festa Itinerante del Cinema e della Felicità che, tra i mesi di giugno e settembre, proporrà pellicole del passato e del presente.

In questo modo verrà veicolato, nelle piazze, nei parchi, nei centri storici dei tanti comuni che costellano la provincia ferrarese, un messaggio di serenità spirituale e pace interiore.

Partendo dal territorio ferrarese e la sua storia.

Il mulino del Po

di Alberto Lattuada

scopri

L'Agnese va a morire

di Giuliano Montaldo

scopri

Un ettaro di cielo

di Aglauco Casadio

scopri

E.T. l'extra-terrestre

di Steven Spielberg

scopri


Eventi speciali


King Kong

di John Guillermin

scopri

E ridendo l’uccise

di Florestano Vancini

scopri

Oltre la bufera

di Marco Cassini

scopri

Promosso da

        

Patrocinato da