E ridendo l’uccise

E ridendo l'uccise è un film del 2005, l'ultimo diretto dal regista Florestano Vancini.

Questo film è riconosciuto come d'interesse culturale nazionale dalla Direzione generale per il cinema del Ministero per i Beni e le Attività Culturali italiano, in base alla delibera ministeriale del 30 aprile 2002.

Trama
Ferrara, inizi del 1500, Corte Estense, una delle più illustri del Rinascimento.
Pochi mesi dopo la morte del duca Ercole I, si scatenano le gelosie e i rancori sopiti tra i quattro figli: Alfonso erede del ducato e sposo di Lucrezia Borgia, Ippolito, Giulio nato al di fuori del matrimonio, e Ferrante.
La vita di corte procede tra festini, lussi e cortigiane. Durante una festa Ippolito si vede rifiutato dalla bella Angiola a favore di Giulio.
Ippolito ordina di sfigurare il fratello che insieme a Ferrante covano vendetta e decidono di congiurare contro Ippolito ed Alfonso.
Benemerito tentativo di uscire dai binari convenzionali del cinema italiano.

Il mulino del Po

di Alberto Lattuada

scopri

L'Agnese va a morire

di Giuliano Montaldo

scopri

Un ettaro di cielo

di Aglauco Casadio

scopri

E.T. l'extra-terrestre

di Steven Spielberg

scopri


Eventi speciali


King Kong

di John Guillermin

scopri

Oltre la bufera

di Marco Cassini

scopri

Promosso da

        

Patrocinato da